TROPEA

0

Ancora non riusciamo a capire perché noi italiani cerchiamo sempre la vacanza all’estero quando abbiamo oasi ed angoli di paradiso direttamente a casa nostra. Spiagge bianche, mare cristallino e panorami mozzafiato; Tropea è stata difficile da raggiungere (otto ore in macchina di notte non le auguriamo a nessuno!) ma una meravigliosa scoperta dipinta di blu.

Mettendo da parte il caldo, da subito ci siamo sentiti trasportati nel classico e bellissimo paesino del Sud Italia. Una cittadina ricca di colori e costumi, affacciata sul mare, dove il tempo sembra fermarsi ed è facilissimo perdersi tra balconi e vicoli che in ogni angolo regalano sempre il profumo di casa. In questo modo la vacanza è ancora più bella da vivere. Sarà impossibile stancarsi degli scorci sul mare di un turchese che non avevamo mai visto prima.

Una cosa è certa: troverete ovunque trecce di cipolle, peperoncini e soppressate!

DOVE ALLOGGIARE?

L’ideale sarebbe trovare un alloggio direttamente a Tropea, considerando la comodità di poter cenare e passare la serata nel centro storico della città, ma soprattutto d’estate (e senza largo anticipo) si fa fatica a trovare Hotel o B&B a prezzi ragionevoli per questo è molto comodo trovare un alloggio nelle frazioni vicino Tropea o nei paesini appena fuori. Noi abbiamo preferito prenotare tramite Airbnb un intero appartamentino nel centro di Daffinà, a 10 minuti di macchina da Tropea. Scegliendo questa alternativa è indispensabile avere un mezzo per spostarsi dato che gli autobus non collegano Tropea a tutti i paesini limitrofi.

DOVE MANGIARE?

La cucina a Tropea è tipicamente Mediterranea, pesce fresco a volontà! La città è piena di ristoranti sia nelle piazze principali che nei vicoletti più nascosti; noi per le cenette ci siamo affidati a Tripadvisor ( e ai consigli sinceri di un’amica che aveva già visitato la costa calabrese @sa.col) e per fortuna ci è andata bene! “Al Pinturicchio” e “Made in Sud” sono i due ristoranti che abbiamo scelto per rifocillarci la sera dopo un’intera giornata di mare. Consigliati entrambi per l’ottimo rapporto qualità/prezzo, ma ricordatevi di prenotare! L’ultima sera invece, abbiamo optato per la cucina home made comprando del pesce fresco e prodotti tipici locali. Dulcis in fundo non potete tornare a casa senza aver provato i famosi Tartufi di Pizzo.

COSA VISITARE?

Avendo più giorni a disposizione sarebbe un peccato limitarsi a rimanere a Tropea. Numerosi sono i posti che ci hanno consigliato di visitare sia a sud che a nord della città, ma i chilometri sono tanti e in tre giorni questi siamo riusciti a goderci.

1

Tropea: per esplorarla è sufficiente un’intera giornata; il centro storico è piccolo ma molto caratteristico, consigliamo di visitarlo soprattutto di sera mentre il giorno il must è fare il bagno e rilassarsi in una delle due splendide spiagge che accarezzano il promontorio sulla cima del quale si erge il famoso Santuario di Santa Maria dell’Isola.  Per quelli come noi che sono abituati al mare Adriatico, vedere il sole che si poggia sul mare al tramonto è uno spettacolo da gustare fino all’ultimo raggio. Un’atmosfera magica da vivere o in spiaggia o sorseggiando un ottimo Americano nei vari lidi della costa.

Se volete regalarvi una vista diversa su Tropea potete avventurarvi attraverso le insenature (grotte?!) scavate nella roccia che separa le due spiagge.

Ah! Per non perdervi la classica foto di Tropea dall’alto, c’è un balconcino nel centro storico che offre questo panorama mozzafiato.

Zambrone: a soli 10 minuti di macchina da Tropea trovate Zambrone, conosciuta per la sua incontaminata spiaggia “Il Paradiso del Sub”. Sabbia bianca, acqua limpida e fondali a vista permettono un’esperienza unica a totale contatto con il mare. La bellezza di questo posto è direttamente proporzionale alla difficoltà per raggiungerlo: dieci minuti di camminata a piedi tra sterpaglie, gradini improvvisati e scogli da scavalcare. Il problema, per noi, non è stato tanto scendere, ma tornare alla macchina sotto il sole alle ore di punta. Nonostante la sudata ne è valsa veramente la pena.

IMG_9018

Isole Eolie: grazie alla strategica posizione del suo porto, Tropea permette di approdare in Sicilia. Ci spieghiamo meglio! Grazie alle mini crociere è possibile visitare in giornata le isole Siciliane. Personalmente abbiamo optato per Vulcano, Lipari e Stromboli per mezzo del traghetto della compagnia “Savadori Navigazioni“. (Il biglietto è prenotabile online e ha un costo di 50€ a persona). Nel percorso che abbiamo scelto, la prima tappa è stata Vulcano. La peculiarità di questa isola sono le terme naturali con accesso sia ai fanghi sulfurei che alle calde acque del cratere vulcanico (con i geyser subacquei che fanno le bolle). La seconda fermata è Lipari, la più grande e abitata delle isole. L’approdo è sul versante opposto delle spiagge balneabili; dato il poco tempo a disposizione noi abbiamo preferito visitare il bellissimo centro storico e assaporare le bontà della Sicilia. Conquistato l’arancino, siamo partiti alle volte di Stromboli, ultima meta del tour. L’isola è un vero e proprio vulcano in attività, la sabbia nera è il suo “segno particolare” che dona all’acqua del mare una sfumatura di blu mai vista prima. Nel tardo pomeriggio si riparte per arrivare entro ora di cena al porto di Tropea.

COME VESTIRSI? (@uniroby consiglia)

Le spiagge sono per lo più rocciose per questo consiglio di portare sempre nella borsa del mare delle scarpette da scoglio. Consiglio prezioso datomi da @sa.col e che mi preme darvi a mia volta, è quello di munirvi di costume e vestiti vecchi quando andate a fare i bagni caldi nelle terme naturali di  Vulcano, qualora aveste optato per la mini crociera delle Eolie. L’odore di zolfo è davvero difficile da far andare via! Inoltre (consiglio della guida turistica a bordo del traghetto) prima di scendere sulla suddetta isola, togliete tutto ciò che indossate in argento perché anche solo l’aria che respirate, contiene una concentrazione tale di zolfo da poter ossidare tutto ciò con cui entra in contatto.

IMG_9031

PRO E CONTRO 

PRO: mare pazzesco, ottimo cibo a prezzi onesti, relax e abbronzatura assicurati.

CONTRO: le strade e il “non c’è campo” in alcune zone.

Morale della favola, se cercate un posto dove staccare la spina dalla vita quotidiana e vivere il mare senza stressarvi dall’alba al tramonto, Tropea è un diamante da tenere assolutamente in considerazione per le vostre prossime vacanze.

Qui sotto potete trovare una galleria con alcune foto che abbiamo scattato e il Vlog della nostra esperienza. Per qualsiasi informazione non esitate a scriverci!

@THEWANDERABOUT

Questo slideshow richiede JavaScript.

I commenti sono chiusi.